> Istruzioni-per-luso

Istruzioni per l’uso

Uso lampade
Le lampade di sale sono destinate esclusivamente all’uso all’interno degli edifici. I cristalli salini sono fortemente igroscopici, ossia assorbiscono le molecole d’acqua dall’atmosfera e quindi devono essere utilizzate nei locali asciutti. In caso dell’aumento dell’umidità all’interno del locale, per esempio durante la pioggia, la lampada deve essere spenta. Grazie al riscaldamento dei cristalli salini tramite la lampadina installata all’interno della lampada, le molecole d’acqua evaporano dalla superficie cristallina.
Attenzione! Se la lampada viene conservata per più tempo negli ambienti umidi (per esempio garage, bagagliaio auto durante la pioggia, etc.) occorre proteggerla coprendo la lampada con un sacchetto di plastica ben chiuso..

Uso lampade in stanze o uffici
Utilizzando le lampade di sale in questi locali bisogna prendere in considerazione alcune regole. Prima di tutto, se la lampada diventa umida sulla sua superficie avviene la condensazione dell’acqua, che gocciolando può danneggiare la superficie su cui si trova (per esempio scolorimento o imbarcamento del legno). Posizionando la lampada sulle superfici che potrebbero rovinarsi (come mobili antichi) bisogna mettere sotto la lampada ulteriori protezioni (ad esempio tovagliolo impermeabile in materia plastica, sottopiatto in sughero, etc.). Prima di tutto, però, bisogna ricordarsi di accendere la lampada quando aumenta l’umidità dell’aria. Inoltre, se la lampada si trova negli spazi accessibili ai bambini o animali, occorre evitare di posarla sui bordi dei mobili oppure nel modo in cui il cavo elettrico sia accessibile ai bambini. La lampada deve essere posizionata in maniera tale da eliminare il rischio della sua caduta dall’altezza.

Uso lampade durante bagno rilassante
Le lampade di sale possono essere utilizzate per migliorare l’effetto rilassante del bagno, p.e. aromaterapeutico osservando seguenti regole: - la lampada deve essere posizionata a distanza di minimo 2 metri dalla vasca, preferibilmente a terra o su sgabello in legno. – la lampada deve essere sempre accesa – dopo aver finito il bagno spostare la lampada in una stanza asciutta (lampada non è destinata ad un uso continuo nei locali umidi) – è vietato posizionare la lampada sulla vasca o vicino alla vasca! – non permettere che la lampada si bagni! Non accendere ne spegnere la lampada con le mani bagnate! – è vietato l’uso della lampada durante i bagni di vapore o in sauna! Bisogna ricordare che ogni dispositivo elettrico utilizzato durante il bagno costituisce un potenziale pericolo per la salute e la vita, e quindi occorre utilizzarlo con particolare attenzione.

Forte umidificazione della lampada
JNel caso della forte umidificazione della lampada (acqua visibile sotto la lampada) spegnerla immediatamente, dopodiché rimuovere l’elemento elettrico (vedi sostituzione di lampadine) e controllare se è interamente asciutto. Se all’interno dell’elemento elettrico è presente l’umidità posarlo in un luogo asciutto e caldo fino alla sua completa asciugatura. Strofinare il cristallo salino con un asciutto straccio in cotone per quanto è possibile, prestando particolare attenzione al foro in cui viene inserito l’elemento elettrico. Dopo aver controllato/ asciugato l’elemento elettrico e il cristallo salino, rimontare la lampada e accenderla per alcune ore.

Pulizia della lampada
Dopo averla scollegata dalla corrente elettrica si può procedere alla pulizia della lampada con una spazzola umida o con uno straccio, e successivamente asciugarla accendendola per alcune ore. Dopo un completo smontaggio dell’elemento elettrico è possibile pulire la lampada nell’acqua corrente senza però bagnare il foro in cui viene inserito l’elemento elettrico. Dopo la pulizia del cristallo salino strofinarlo con un asciutto straccio in cotone per quanto è possibile e poi rimontare e accendere la lampada per alcune ore.

Sostituzione di lampadine
ATTENZIONE!!! SCOLLEGARE LA SPINA DALLA RETE ELETTRICA PRIMA DI PROCEDERE ALLE SEGUENTI ATTIVITÀ!

  1. Posizionare lateralmente il telaio e levare con uno strumento acuto la base in metallo della mole di supporto del telaio.
  2. Dopo rimozione del telaio con molle dalla struttura salina sostituire la lampadina.
  3. Inserire il telaio assieme alla molle all’interno della struttura salina.
  4. Posizionare la lampada nella sua posizione operativa e collegare alla rete elettrica.
  5. In caso della mancata illuminazione dopo la sostituzione di lampadina contattare il venditore.
  6. In caso del cavo di collegamento danneggiato, la suo sostituzione è possibile soltanto tramite il servizio di assistenza tecnica del venditore.

Animali domestici
Ogni tanto può capitare che gli animali domestici (di solito i cani) leccano istintivamente la lampada per integrare gli elementi minerali nel loro organismo. La lampada di sale non è destinata ai fini alimentari, tuttavia è realizzata in 100% sale naturale e quindi non crea rischi per gli animali domestici.

Dati tecnici:
Lampada di sale elettrica; tensione 220-230V, lampadina: E14 - max. 40W

Come procedere con i rifiuti di apparecchi di illuminazione portatili (lampade a stelo e da scrivania)
Rifiuti di apparecchiature elettriche (lampade a stelo e da scrivania) sono materiali riciclabili – è vietato gettarli nei contenitori per i rifiuti domestici. Conformemente alla vigente nell’UE direttiva RAEE (Direttiva 2002/96/CE) sui rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche occorre consegnarli presso i punti di raccolta di rifiuti di questo tipo. I detti obblighi risultano dalla legge del 29 luglio 2005 sui rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (Gazz. Uff. n. 180, voce 1495) e mirano a garantire un adeguato livello di raccolta, recupero e riciclaggio dei rifiuti di apparecchiature e di conseguenza contribuiscono alla tutela dell’ambiente naturale.